· 

ROSSETTI,FINISH E FORMATI,FACCIAMO CHIAREZZA!

Per chi non è una make-up addicted può essere difficile scegliere il prodotto labbra più adatto da acquistare: ogni brand ha nelle sue collezioni tanti prodotti che si differenziano per packaging,formato,texture(ossia consistenza) e finish(cioè il risultato che danno sulle labbra);tutte caratteristiche che li rendono più o meno adatti alle nostre esigenze e che hanno anche prestazioni diverse al momento dell’applicazione.

 

Vediamoli quindi uno per uno e cerchiamo di capire come distinguere i vari prodotti!

Il formato più diffuso e conosciuto è quello del rossetto in stick,ma quanti tipi ne esistono?

-CREMOSO:quello più diffuso,usato e conosciuto. Dal colore pieno e semi-lucido è il “precursore”degli altri ed  il più venduto di sempre.

-SATINATO:molto delicato,con leggeri riflessi luminosi.Lucentezza a metà tra il cremoso e l’opaco.Un famosissimo e molto amato satin,per darvi un’idea è Rebel,di Mac.

-MATTE:tendenza super  trendy degli ultimi anni sono i rossetti matte,cioè opachi.Non hanno riflessi,come se si stendesse una matita su tutte le labbra.

Queste formulazioni hanno la tendenza a seccare un po’ le labbra e ad evidenziare le pellicine,non proprio per tutte insomma!Diva,di Mac è un esempio di rossetto matte.

Quelle elencate finora sono sicuramente tra le tipologie più conosciute di rossetti ma ce ne sono altre,meno diffuse e un po’ meno conosciute, ed in questa categoria troviamo:

-VELVET:anche lui senza riflessi ed opaco,ha un finish più confortevole del matte,sono un esempio di questa categoria i velvet lip crème di Marc Jacobs.

-SHEER:rossetti molto leggeri,dal finish trasparente,con appena un velo di colore a seconda della tonalità scelta.Un esempio di questo finish sono i recentissimi nati di casa Clio,i Coccolove o gli sheer revolution di Urban Decay

-PERLATI:Il finish di questi rossetti,sicuramente vintage,può essere più o meno brillante,perché hanno al loro interno glitter e riflessi metallici,ancora più accentuati nella versione ‘frost’ che ricordano l’effetto ghiaccio.Difficili da portare e da abbinare,non sono tra i più diffusi e amati.

Alcuni di questi finish,nello specifico cremoso,opaco e matte,possiamo trovarli anche in un altro formato,quello liquido.In questo caso,il prodotto all’interno ricorda un rossetto sciolto ed il packaging rimanda a quello di un gloss con un applicatore a spugnetta.

I rossetti liquidi,prevalentemente con finish opaco, che durano a lungo la cui pigmentazione persiste anche dopo i pasti,vengono solitamente definiti tinte. Sono indicati per le occasioni speciali, quando serve qualcosa di affidabile!

 

Ultima tipologia da analizzare in questa breve(e spero utile) guida sono i gloss,che tutte noi abbiamo usato una volta o l’altra,dalla texture piuttosto appiccicosa,hanno  per loro natura un finish luminoso che dona brillantezza e danno l’illusione di avere labbra più voluminose.

Valentina

Scrivi commento

Commenti: 0