· 

ESTATE E CAPELLI: COME PROTEGGERLI

La stagione più calda dell’anno è alle porte, e questo per molti di noi significa una sola cosa: VACANZA. Per la maggior parte di noi, infatti, l’estate è sinonimo di sole, mare, feste e relax, ma per i nostri capelli il discorso è completamente diverso: sole, mare, salsedine, cloro e vento a lungo andare danneggiano la nostra chioma. Ecco come proteggersi da quest’eventualità.

 

1. Limitare l’esposizione ai raggi solari

Limitare l’esposizione diretta ai raggi solari rimane il modo migliore per proteggere i nostri capelli (e la nostra pelle), è dunque il momento perfetto per sfoggiare foulard e cappelli, con i quali realizzare le diverse acconciature.

 

2. Protezione solare non solo per la pelle

Protezione solare non va usata solo per la pelle, ma anche per i capelli. Si può ricorrere a soluzioni già pronte, come quelle de La Saponaria, oppure agli oli vegetali, i quali contengono un spf, comunque basso, ma che può comunque aiutare la salute delle nostre chiome. Secondo uno studio, pare che gli oli con un spf maggiore siano l’olio di lampone rosso, l’olio di semi di carota e l’olio di germe di grano. L’olio di cocco, il più affine alla fibra capillare, ha un spf di circa 7 e, insieme all’olio di monoi (che altro non è che olio di cocco arricchito dalla macerazione di fiori di gardenia tahitensis), risulta essere l’olio più usato al mare, insieme al burro di karitè (spf circa 6). Sappiamo che gli oli e burri sono ricchi di lipidi e antiossidanti, motivo per cui applicarli sui capelli INUMIDITI prima dell’esposizione al sole, oltre ad essere una valida protezione, è anche un’occasione per fare un impacco nutriente. Per chi, anche al mare, vuole divertirsi con il Fai da te un impacco molto idratante e protettivo da provare è lo Spray Cocco e Ananas. 

Basta far bollire l’ananas in un pentolino per 10 minuti, lasciar intiepidire e filtrare l’acqua, inserire gli altri ingredienti e amalgamare bene. Volendo si può aggiungere anche un po’ di gel di aloe per renderlo più idratante. Essendo un composto acquoso sarebbe meglio prepararlo giorno per giorno oppure usare un conservante (come il nobact). L’olio di cocco, naturalmente, può essere sostituito da burro di Karitè o olio di Monoi, olio di lampone e altri oli vegetali compatibili con i capelli.

3. Acqua dolce sempre pronta

Evitare di bagnare i nostri capelli è il metodo migliore per proteggere i nostri capelli, ma se anche ci si volesse fare un bagno il problema non c’è, infatti basterà sciacquare poi i capelli con acqua dolce per evitare che la salsedine, essendo basico, secchi eccessivamente i nostri capelli aprendone le squame. Dopo aver bagnato i capelli sarebbe meglio riapplicare la protezione.

4. Limitare i lavaggi

Ormai numerosi e conosciutissimi sono i cosiddetti metodi no poo, con i quali si lavano i capelli evitano l’utilizzo dello shampoo, sono i lavaggi alternativi. Tra i più famosi ricordiamo il Cowash e il Gelwash, i quali risulteranno meno aggressivi per la nostra chioma rispetto a un lavaggio con lo shampoo, specie se i lavaggi sono molto frequenti. Questi sono i consigli chiave per proteggere le nostre chiome dal caldo e dal sole, ovviamente poi non bisogna mai dimenticare la necessità di un taglio, che è la cura migliore, quando i capelli appaiono visibilmente danneggiati per evitare che il danno, dalle punte, continui a salire.

SUMMER IS COMING

Antonia

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Susy (venerdì, 17 maggio 2019 05:45)

    Grazie per questo consigli utilissimi... E per la ricetta del fai da te!