· 

Pelle grassa:quali sono gli step da seguire?Dalla skincare al trucco

 

Chi ha la pelle grassa sa di cosa sto parlando! La viviamo come un vero dramma, perchè appare spesso lucida, untuosa e scegliere i prodotti giusti non è affatto semplice, perchè possiamo addirittura peggiorare il problema.

La pelle grassa è una pelle impura, dall'aspetto untuoso e lucido e dal colorito spento.

Al tatto appare oleosa e ruvida a causa della presenza dei pori dilatati e spesso è accompagnata da acne e/o vecchie cicatrici lasciate dall'acne.

E' importante precisare che la pelle grassa interessa l'intero volto e non confonderla con la pelle mista che risulta grassa solo in determinate aree (come fronte, naso e mento ossia la cosiddetta zona T), mentre le restanti aree come guance e zigomi, appaiono normali o secche.

C'e da dire , tuttavia, che nonostante rappresenti un problema per chi ne soffre, presenta il vantaggio di essere più resistente ed elastica, e quindi invecchia più lentamente.... quindi meno rughe per noi ragazze mie!!!

Ma qual è la causa della pelle grassa? All'origine di questo problema troviamo un'esaltata funzionalità delle ghiandole sebacee. Pertanto è fondamentale seguire un'alimentazione equilibrata e utilizzare i prodotti cosmetici adatti.

 

COSA FARE?

Cerchiamo di capire come impostare una corretta skincare, analizzando i diversi step da seguire:

 

  1. Detersione

    come potrete facilmente immaginare, la pelle grassa ha bisogno di essere accuratamente detersa, ma forse non tutti sanno che è fondamentale utilizzare detergenti delicati, per non aggredirla troppo e quindi irritarla.

    Spesso invece si commette l'errore di utilizzare detergenti troppo sgrassanti con l'erronea convinzione che bisogna pulire tanto...ciò determina un “effetto paradosso” per cui le ghiandole sebacee rispondono all'insulto aumentando ancor di più la produzione di sebo.

    Se la pelle presenta anche brufoletti o tende all'acne, si possono utilizzare detergenti dotati di attività battericida.

    Poichè la mia pelle presenta entrambi i problemi mi sento di consigliare come detergente la crema sapone sebolift di Domus Olea Toscana, che pur svolgendo un'azione delicata, al contempo è purificante e seboequilibrante.

    Oppure in alcuni periodi alterno al mattino un detergente delicato e alla sera utilizzo il sapone all'acido glicolico di dr. Taffi (quello che fa parte del trattamento all'acido glicolico) che ha un'azione leggermente esfoliante.

     

  2. Esfoliazione

    Per incoraggiare il rinnovamento cellulare e restituire luminosità alla pelle che appare spenta, ingrigita e opaca, la pelle grassa necessita di periodici ma non eccessivi trattamenti esfolianti.

    Possiamo utilizzare esfolianti di tipo fisico (l'effetto esfoliante è dato dallo sfregamento meccanico sulla pelle di determinati ingredienti microabrasivi)o chimico (sostanze chimiche che determinano la rimozione delle cellule morte in superficie e il turn over cellulare).

    Esiste ad esempio il trattamento all'acido glicolico di dr. Taffi che prevede l'utilizzo di una serie di prodotti (detergente, tonico, crema esfoliante e crema idratante giorno e notte) per circa un mese. Si effettua prima il trattamento con la crema al 2 o 3% di acido glicolico, poi dopo un mese di pausa si può proseguire con la percentuale al 12%. Io l'ho provato e mi sento di consigliarlo perchè rende la pelle più luminosa, liscia e compatta.

  3. Applicazione di maschere per purificare e normalizzare la produzione di sebo, soprattutto se si ha la tendenza a manifestare punti neri e acne. Possiamo applicarla una volta a settimana quando magari abbiamo più tempo da dedicarci...io sono una pigrona ma la trovo una coccola irrinunciabile!

    Per il nostro scopo possiamo ricorrere all'argilla che in natura ha potere antinfiammatorio, cicatrizzante e purificante. Io mi trovo molto bene con la maschera all'argilla verde di Antos. Subito dopo averla lasciata in posa e risciacquata sentirete la pelle pulita e liscissima.

  4. Tonificazione

    Dopo aver deterso la pelle (e dopo eventualmente i passaggi di scrub e maschera), è importante applicare un tonico che abbia un'azione lenitiva e/o astringente.

    Io prediligo l'idrolato di rosa damascena (di Antos), di Hamamelis ( di Antos o La Saponaria) o ancora il tonico astringente di Antos.

  5. Idratazione

    L'idratazione è uno step fondamentale per curare al meglio la pelle grassa.

    L'errore più comune è quello di esagerare con detersione e esfoliazione utilizzando prodotti potenti ma ciò può causare oltre che un peggioramento della pelle grassa, anche un impoverimento del naturale film idrolipidico e quindi disidratazione. Per tale motivo è importante utilizzare una buona crema idratante, ma che sia al contempo leggera e facilmente assorbibile per contrastare l'aspetto lucido ed evitare ingredienti occlusivi o eccessivamente nutrienti.

    Questo per me rappresenta il passaggio più difficile...trovare una crema che idrati ma non risulti però troppo pesante è stata un'impresa ardua per molto tempo ma nell'ultimo periodo ho utilizzato con piacere la creme sorbet di Eterea e la crema giorno linea sebolift di Domus Olea, perchè sento che forniscono la giusta idratazione alla pelle ma sono molto leggere e quindi ottime anche come base trucco.

    Come crema notte invece preferisco utilizzare creme un po' più ricche ma con attivi dall'azione purificante. Ho amato la crema purificante intensa dr.taffi e il trattamento rinnovatore notte di Domus Olea Toscana,e consiglio vivamente di provarle.

    Ho saltato volutamente uno step che ritengo facoltativo, almeno per la mia pelle, che è l'applicazione del siero.

    Se lo utilizzate va applicato dopo il tonico e prima della crema. Personalmente evito in linea generale di stratificare troppi prodotti e applico il siero solo al bisogno, quando sento che la mia pelle necessita di “un qualcosa in più”...

  6. E infine il trucco, che per molte di noi è un passaggio imprescindibile prima di uscire di casa, compresa me...

    Spesso ho la necessità di coprire anche qualche brufoletto o macchiette e quindi ho bisogno del fondotinta. Cerco di usare fondotinta di tipo minerale in polvere o compatti ma mai liquidi perchè la mia pelle li rigetta fuori dopo già un paio di ore e mi ritrovo con la pelle lucidissima. Inoltre sempre per contrastare l'aspetto lucido applico una cipria dall'effetto opacizzante che minimizza i pori dilatati. Credo che la scelta di fondotinta e cipria debba essere fatta con attenzione non solo per apparire al meglio ma anche per evitare di occludere la pelle con prodotti troppo pesanti che potrebbero risultare comedogeni.

     

 

CONSIGLI GENERALI:

  • detergere la pelle in maniera delicata

  • allontanare i batteri

  • esfoliare la pelle (ma senza esagerare)

  • purificare e normalizzare la produzione di sebo

  • scegliere i cosmetici giusti

  • proteggere la pelle dal sole

  • adottare un'alimentazione sana ed equilibrata

  • evitare lavaggi troppo frequenti

  • evitare di utilizzare prodotti senza risciacquo

  • utilizzare prodotti make-up delicati

 

Spero che troviate utili questi consigli....alla prossima ragazze

 

 

Rosa

Scrivi commento

Commenti: 0