· 

Mascara bio: high o low performance?!

Scopriamo, in un batter d’occhio, le caratteristiche dei prodotti più interessanti sul mercato

“Tuo padre è un ladro?! No perché ha rubato due stelle al cielo per farne i tuoi occhi!” Quante di voi hanno ricevuto, almeno una volta nella vita, un messaggio simile da uno spasimante?!

Bene, al netto del cancellarlo e non rispondere più al latin lover in questione, spostiamoci sul soggetto decantato dal succitato: gli occhi.

Che siano azzurri, verdi, marroni e neri ogni donna sa che è quella, l’arma principale DI SEDUZIONE.

Che siate amanti del nude look, dei colori sgargianti o degli smokey, una cosa è certa: avete (abbiamo) bisogno di un bel ventaglio di ciglia che abbellisca il tutto.

Nel passaggio ad una cura della persona più consapevole dell’impatto sulla mia salute (e sull’ambiente) dei componenti di cosmetici, insomma, nel mio passaggio alla cosmetica bio, mi sono chiesta se, soprattutto in tema di make-up, le prestazioni dei cosmetici bio fossero simili a quelli della cosmetica non bio.

Prendiamo, in questa sede, in esame, i mascara. Formulati e pensati, inizialmente, per venire incontro alle esigenze degli occhi sensibili ad alcune sostanze abbiamo assistito, nel tempo, al miglioramento delle performance dei mascara bio. Questo perché, in casi come i miei, il passaggio al bio è consapevolezza, senza dover, rinunciare alla efficacia.

Vediamo, insieme, qualche esempio. Ho selezionato due tra le case leader nel settore del make-up bio, capaci di portare sul mercato prodotti innovativi, performanti ed in linea con le tendenze moda.

Il primo prodotto che vi presento è il mascara Revolution di Couleur Caramel. L’azienda francese è da un quinquennio punto di riferimento della cosmetica bio professionale. I suoi prodotti certificati ne attestano la qualità e la composizione naturale; è amata e sponsorizzata da star internazionali; presente al Festival di Cannes e su set televisivi, anche italiani. Revolution, ragazze, è il Mascara! Non lasciatevi “impressionare” dalla sua texture quasi liquida. Il prodotto sta su per tutta la giornata e l’effetto panda non è contemplato: parola di una che si sveglia al mattino presto e resta fuori casa l’intera giornata.

Ma vediamone le caratteristiche: lo scovolino permette di ottenere, con un solo prodotto, i due effetti maggiormente richiesti dal mascara: volume ed allungamento! Come?! Utilizzandolo orizzontalmente avrete subito volume. Basterà poi ruotarlo in verticale per ottenere allungamento e definizione. Il risultato?! Ciglia ultrablack e sguardo da cerbiatta assicurato!

Secondo prodotto e seconda azienda che vi presento: mascara volumizzante Glorious di Purobio Cosmetics.

Azienda vero e proprio fenomeno social tra i tanti che cerca di abbattere la nicchia in cui, per decenni, è stata relegata la cosmestica bio, regala prodotti in grado di conquistare tutti e di “convertire” anche le celebrities social. All’apparenza la formulazione è similare a quella dei mascara tradizionali ma contiene preziosi ingredienti, tra cui spicca l’idrolato di bambù, ricchissimo di silice, ingrediente fondamentale nella produzione del collagene tanto utile alle unghie ed ai capelli. Scovolino ricco e dall’effetto plumping per ciglia scure e volume al top!

Come è facile notare, in entrambi i casi le mie ciglia, piuttosto chiare e chiarissime alla punta (tanto da sembrare più corte) sono perfettamente colorate ed evidenziate.

Ricordate, infine, che è importante anche la fase di rimozione del trucco. Preferite un bifasico, che vi permette di rimuovere il make-up semplicemente lasciando in posa, per qualche minuto, un dischetto imbibito della formula. Il trucco si stamperà sul dischetto e non sarete “tentate” a strofinare e creare microtraumi alle ciglia ed alla fragile pelle del contorno occhi. Come i capelli e le unghie, curiamo anche le ciglia, con gli appositi sieri nutritivi in cui, troviamo, in primis, l’utilissimo olio di ricino.

Ovviamente non esauriamo qui il panorama delle aziende e dei prodotti. Vi invito, anzi, a lasciarmi i vostri pareri e le vostre sventagliate! Alla prossima,

Susanna

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Antonella (venerdì, 19 aprile 2019 21:21)

    Grazie Susanna per i tuoi consigli. Prossimo step: occhi da cerbiatta!

  • #2

    Loredana (venerdì, 19 aprile 2019 21:21)

    Articolo molto interessante ed esplicativo! L'effetto è davvero notevole fa venire voglia di provarli.

  • #3

    Mariantonia (venerdì, 19 aprile 2019 23:30)

    Entrambi i mascara hanno un effetto strepitoso sulle tue ciglia. Non vedo l'ora di provarli! Utilissimi anche i tuoi consigli sulla rimozione del make-up dagli occhi. Da stasera adotto il metodo da te consigliato!

  • #4

    Caterina (venerdì, 19 aprile 2019 23:36)

    Come sempre esaustiva
    Assolutamente i tuoi consigli da seguire
    Dove posso comprarlo?
    Zietta�

  • #5

    Eli (venerdì, 26 aprile 2019 13:37)

    Bell'articolo!consumo mascara come il pane,amo stratificate e divertirmi nelle varie combo,nonostante abbia voglia lunghe e folte,questi due mascara mi mancano all'appello e li proverò sicuramente,anche perché appartengono a due brand di cui ho massima fiducia.