· 

Olio essenziale di lavanda:usi e proprietà

 Oggi vi parlerò di una panacea, un vero e proprio rimedio naturale utile per tantissimi scopi. Un olio essenziale dal profumo meraviglioso, molto versatile che tutte dovremmo avere in casa: l’olio essenziale di lavanda.

Personalmente amo la lavanda sia come pianta, perché i fiori hanno uno splendido colore, sia come profumo, che spesso ricerco in prodotti e cosmetici per la cura personale.

Da qualche anno ho scoperto che la lavanda è anche utilissima per molti usi, da qui è nata la voglia di provare l’olio essenziale.

Esistono diverse specie di lavanda dalle quali si ottiene l’olio essenziale: la Lavandula Hybrida o Lavandino, la Lavandula latifolia (Lavanda spica), e la Lavandula Angustifolia, che dà un olio essenziale più delicato e maneggevole ed è quello di cui vi parlerò in questo articolo.

Ricavato per distillazione in corrente di vapore dei fiori, ne servono ben 140 grammi per ogni millilitro e, come tutti gli oli essenziali, essendo tale, anche quello di lavanda è sempre meglio diluirlo in altri oli o in creme idratanti prima dell’uso, per evitare irritazioni, tranne nel caso in cui lo si usi come profumatore in diffusori per l’ambiente.

Eccone i molteplici utilizzi che ne possiamo fare:

-lenitivo per punture d’insetto o irritazioni della pelle: qualche goccia di olio diluita in poco olio d’oliva o di mandorle allevia il prurito, il bruciore e il rossore della pelle dovuto a punture irritazioni o eritemi;

-purificante della pelle: sempre diluito, l’ olio agisce efficacemente contro acne e dermatosi;

-contro il mal di testa: parlando di uso esterno, frizionando le tempie con l’olio e facendo un massaggio circolare, aiuta a ridurre l’emicrania;

-rimedio naturale calmante contro l’ansia: se dovete affrontare una sfida difficile, un momento importante o una qualsiasi situazione che vi crei uno stato di ansia, un buon rimedio naturale è quello di spargere su un fazzoletto di stoffa 3-4 gocce di olio essenziale di lavanda e inalarlo al bisogno. Aiuta il sistema nervoso a rilassarsi;

-contro il raffreddore: versandone qualche goccia nell’acqua calda per i suffumigi aiuta a decongestionare il naso

-contro l’insonnia: poche gocce sul cuscino o tra le lenzuola aiuta a rilassarsi e dormire meglio;

-bagnetto rilassante per bimbi: per favorire un fisiologico rilassamento, 1 o 2 gocce nell’acqua del bagnetto;

-prevenzione per la pediculosi: qualche goccia sulla nuca e dietro le orecchie previene la comparsa dei pidocchi;

-profumatore per bucato e per ambiente: per profumare i panni in lavatrice, qualche goccia nella vaschetta dell’ammorbidente e diluito nell’acqua degli umidificatori per profumare l’ambiente.

Avete visto quanto è versatile questo olio naturale? Personalmente l’ho usato efficacemente come rimedio per il mal di testa, irritazioni da punture di insetto e diluito nel diffusore d’aroma per riempire la casa di un delicato e rilassante profumo che fa immergere nella natura. Lo trovo meraviglioso e non ne posso più fare a meno. E voi? Ce l’avete l’olio essenziale di lavanda in casa?

Maggie

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Rossella (mercoledì, 20 marzo 2019 21:50)

    Adoro la lavanda :) e grazie al tuo articolo ho appreso cose che ignoravo! Bell'articolo brava Meg;)!

  • #2

    Maggie (mercoledì, 20 marzo 2019)

    Grazie mille Rossella ;)