· 

Conviene riacquistare gli stessi prodotti?

Ed eccoci qui... sapevamo che sarebbe accaduto, anche se abbiamo rimandato ogni riflessione a data da destinarsi...

Ma adesso ci siamo: il tubetto della nostra amatissima crema viso preferita giace lì, sul comodino... VUOTO!

Sembra ieri, quando l'abbiamo usata per la prima volta... il profumo inebriante, la consistenza fondente, la base perfetta. Pelle idratata e opaca per tutto il giorno, neanche un'imperfezione, pori inesistenti ed una luminosità mai vista. Ricordiamo di aver pensato di avere finalmente trovato la crema della vita, e probabilmente è così...

Ci ritroviamo a pensare che sì, assolutamente, va ricomprata il più presto possibile, perché niente ci farà sentire bene come quella crema, mai più. Così lo facciamo, la ricompriamo, e ce ne torniamo a casa soddisfatte.

Ma accade l'impensabile: la sera ci mettiamo davanti allo specchio, preleviamo la giusta dose di prodotto, e lo applichiamo con i soliti, familiari movimenti; ma la sensazione non è più quella che ricordavamo, non ci sono più fuochi d'artificio, c'è solo una crema come tante, dal buon profumo e dalla bella consistenza, ma niente di magico.

Ok, sto esagerando, non è che per ogni prodotto vada proprio sempre così, ma un fondo di verità in quello che ho appena scritto c'è eccome. E lo sappiamo bene tutte che è inevitabile... la nostra pelle, ma più in generale il nostro organismo, si abitua facilmente ad i principi attivi contenuti all'interno dei prodotti che utilizziamo. Lo percepiamo distintamente anche con i farmaci, non è una novità per noi.

Ma l'assuefazione, che tanto odiamo, in realtà è un bene, perchè ci permette di ricordare che il nostro corpo reagisce a degli stimoli, e che questi stimoli devono essere variati continuamente, per mantenerlo vigile e reattivo.

Tuttavia questa non è una condizione permanente, e questo invece ci piace, perchè vuole dire che, dopo un breve periodo di "disintossicazione", potremo tornare alla nostra fantastica crema ed apprezzarne i benefici!!!

Se posso dirvi la mia, io cerco di alternare i prodotti che uso anche durante la giornata. Infatti ho una routine per la mattina ed una per la sera, entrambe con principi attivi diversi, in modo da coprire un ampio spettro di esigenze e per limitare l'assuefazione della pelle. Ovviamente ne sono vittima anche io, ma meno assiduamente, e approfitto di questa inevitabile condizione per provare, sperimentare

e innamorarmi ogni volta di un prodotto nuovo! Croce e delizia...

E poi riflettiamoci bene... La nostra pelle cambia in base alle stagioni, reagisce al caldo e al freddo in modi differenti, ha perfettamente senso avere una routine estiva ed una invernale, se non addirittura una routine per le mezze stagioni, che sono i periodi più delicati per il nostro organismo, che in quei frangenti si rinnova e cambia gli equilibri. Personalmente ho una pelle mista che poco tollera la sostanza. In estate, per esempio, riesco ad usare solo un siero (tassativamente a base acquosa) di giorno, ed aggiungere una crema molto leggera la sera. In inverno posso aggiungere una

crema anche di giorno e sostituire la crema per la notte con un prodotto più corposo, che nutra un po' di più. Provo mille combinazioni prima di essere soddisfatta.

Amo sperimentare, ed in genere lo faccio nella routine serale, così se un prodotto per me risulta essere "troppo", posso risolvere con la detersione mattutina... Perché precludersi qualche novità ogni tanto! Certo, c'è la possibilità che si sbagli prodotto, anche avendo provato un campione, magari... Ma c'è anche la possibilità di trovare un nuovo alleato per la nostra bellezza e questa eventualità è quella che mi rende sempre tanto propensa a provare qualcosa di nuovo, a non smettere mai di cercare. Perché probabilmente il prodotto perfetto esiste, ma esiste in un tempo e in un luogo... e i tempi ed i luoghi cambiano continuamente...

Quindi via libera alle novità perché, come abbiamo visto, i validi motivi per provare cose nuove ci sono tutti!

Valentina

 

Scrivi commento

Commenti: 0