· 

Pannolini lavabili, ecco la mia esperienza

Da mamma ecologica ho cercato il modo migliore per trasmettere anche a mia figlia questo stile di vita, perché quindi non iniziare dai pannolini!

Ma quali scegliere?

Esistono molti modelli con prezzi e taglie differenti.

Vediamo insieme i vari modelli:

PANNOLINO "Ciripà" a taglia unica che si regolano ripiegandoli su se stessi e legando con i lacci, hanno bisogno di una mutandina impermeabile da mettere sopra e degli inserti da inserire all'interno. Va cambiato ad ogni cambio perché si impregna di pipì,mentre la mutandina impermeabile solo se è bagnata o sporca.

PANNOLINO "Pocket", si possono trovare a taglie e a taglia unica, hanno una tasca all'interno che permette di inserire gli inserti mentre l'esterno è impermeabile, va cambiato tutto ad ogni cambio.

PANNOLINO "Tutto in uno" anche questi li possiamo trovare a taglie o a taglia unica, hanno al loro interno gli inserti già cuciti, in modo da non dover stare ogni volta ad assemblare il pannolino (pratico per i papà, nonni e per i nidi); si sostituisce ad ogni cambio

PANNOLINO "Tutto in due" anche questi disponibili a taglie o a taglia unica, è composto da una mutandina impermeabile e dagli inserti che si staccano grazie agli appositi bottoncini o strip. Al momento del cambio si sostituisce solo l'inserto se la mutandina non è bagnata.

I prezzi variano molto dal tipo di materiale, si possono trovare pannolini a 8€ e pannolini a 30€.

Io ho vari modelli di varie marche e vari prezzi, all'inizio bisogna fare un po' di prove per capire quale possa essere il modello più adatto a voi, io consiglio di acquistare modelli vari e non solo uno, molti negozi online vendono il kit prova che consiste in vari modelli!

La spesa iniziale può spaventare perché è un po' elevata, per avere un buon riciclo di cambi bisogna avere 20/25 pannolini, ma una volta acquistati basteranno quelli, e, se si hanno altri figli, si possono usare per un secondo "culetto", quindi alla fine avrete risparmiato tanti soldi e aiutato il nostro pianeta. In più, cosa fondamentale, è un aiuto per la pelle del proprio bimbo perché con i pannolini lavabili evita di stare a contatto con sostanze tossiche, aiutano uno sviluppo più corretto delle anche, favoriscono una traspirazione migliore alla pelle, favoriscono il passaggio al vasino perché rimangono più umidi rispetto gli usa e getta che risultano sempre asciutti.

Per il lavaggio è molto semplice, vendono delle sacche apposta per poter riporre il pannolino sporco così da poter fare una lavatrice ogni 2/3 giorni, si fa un risciacquo iniziale e poi un lavaggio completo a 40° o 60° dove volendo si possono inserire anche altri vestiti, tranquilli i panni non puzzeranno!

Io ho iniziato quando la mia bimba aveva quasi due mesi: all'inizio bisogna prendere un po' la mano, ma dopo un paio di giorni non potrete più farne a meno! Adesso la mia bimba ha 7 mesi e ci troviamo benissimo!

Angelica

 

 Foto da www.pannoliniecosicilia.it

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0