· 

Creamy Comfort VS vs Star System

Oggi voglio parlarvi di due prodotti molto in vista del marchio Ecobiologico Neve. Sono fondotinta tra loro molto diversi, ma che si sanno adattare bene alle esigenze della pelle. Vediamoli da vicino separatamente.

CREAMY COMFORT

Dal sito “Fondotinta idratante in crema arricchito con olio di jojoba e acido ialuronico. Formula silicone-free vegetariana e vegana, da indossare tutti i giorni con naturalezza”.

Il fondotinta si presenta in un simpatico ed elegante packaging morbido, all’interno ci sono 30 ml di prodotto e il PAO è di 12 mesi. Il prezzo è di 14,90€.

I colori proposti sono 9 e rispecchiano le tonalità dei “classici” fondotinta in polvere del brand. Abbiamo quindi: Fair Neutral, Light Warm, Light Rose, Light Neutral, Medium Warm, Medium Neutral, Tan Neutral, Tan Warm, Dark Warm. In questa recensione si parlerà Light Warm (ideale per pelli chiare dal sottotono caldo).

INCI

 

Aqua (Water), Glycerin, Octyldodecanol, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Sucrose Palmitate, Sucrose Tristearate, Silica, Simmondsia Chinensis Seed Oil [Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil], Sodium Hyaluronate, Sodium Phytate, Xanthan Gum, Sodium Dehydroacetate, 1,2- Hexanediol, Caprylyl Glycol, Tropolone. May Contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77492 (Iron Oxides), CI 77499 (Iron Oxides). Si tratta di un fondotinta la cui coprenza è leggera. Deve essere steso molto velocemente, meglio se con spugnetta umida e poi ulteriormente con il pennello poiché se non si stende bene si rischia un effetto “polveroso” sul viso. Tende ad ossidarsi molto velocemente e a scurire leggermente il tono. È adatto a pelli particolarmente grasse poiché tende ad essere un fondotinta molto “secco", non è invece adatto a pelli più mature poiché dopo poco tempo tende a segnare il viso. Tende a mettere in evidenza pori e pellicine, anche quando apparentemente non sembrano esserci.È il caso di fissarlo con una cipria estremamente sottili per evitare che “l’eccesso” si depositi sul viso facendo l’effetto polveroso nominato poc’anzi. La stesura non è delle più semplici proprio perché si asciuga molto velocemente, inoltre deve essere dosato bene poiché potrebbe “depositarsi” su alcune zone del viso.

STAR SYSTEM

Dal sito “Fondotinta perfezionante in stick per una pelle da superstar ogni giorno. Formula silicone-free vegetariana e vegana, arricchita con cera di crusca di riso e olio di baobab”. All’interno ci sono 4ml di prodotto e il PAO è di 12 mesi. Il prezzo è di 14,90€ e i colori disponibili sono 9 e, in particolare, in questa recensione si parlerà del Medium Warm. All’interno contiene anche un SPF 15.

INCI

Caprylic/Capric Triglyceride, Octyldodecanol, Ricinus, Communis Seed Oil/Ricinus Communis (Castor) Seed Oil, Candelilla Cera/Euphorbia Cerifera (Candelilla) Wax, Kaolin, Oryza Sativa Bran Cera (Rice Bran Wax), Copernicia Cerifera Cera/Copernicia Cerifera (Carnauba) Wax, Cetyl Alcohol, Adansonia Digitata (Baobab) Oil, Olea Europea Fruit Oil/Olea Europea (Olive) Fruit Oil, Tocopheryl Acetate, Tocopherol, Benzyl Alcohol, Dehydroacetic Acid, Polyhydroxystearic Acid, Stearic Acid, Alumina. May Contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), Mica, C.I 77491-77492-77499 (Iron Oxides).

Questo fondotinta in stick contiene da un lato una spugnetta, mentre all’altra estremità è presente il prodotto. La scelta del packaging, a quanto dice l’azienda, è stata fatta per rendere il prodotto pratico da portare in giro. La conseguenza però è stata quella di ridurre la quantità di fondotinta all’interno, cosa molto criticata da diverse consumatrici.

Il fondotinta è molto facile da applicare, lo si può tranquillamente stendere con la spugnetta presente nel packaging, con la sponge beauty blender o con il pennello. La coprenza è abbastanza alta.

Essendo un fondotinta abbastanza cremoso tende a non fissarsi al meglio sulla pelle e a lucidarla un po’, per questo è consigliata una passata di cipria per evitare l’effetto lucido. Il finish è brillante e illumina notevolmente la pelle.

 

Adatto a tutti i tipi di pelle, bisogna solo fare attenzione se si ha una pelle che tende a lucidarsi a stenderlo e fissarlo bene.

 

 

CHI È DUNQUE IL VINCITORE?

Io ho la pelle mista e impura, ma non eccessivamente grassa e per me il vincitore non può che essere lo Star System Foundation e i motivi sono semplici. Lo star system ha una tenuta maggiore rispetto al Creamy Comfort, che invece tende a ossidarsi e a scurirsi, inoltre il finish è molto più brillante e armonioso. Nota positiva per il Creamy Comfort: il prodotto dura sicuramente di più poiché ne basta notevolmente poco, lo star system invece non ha il rapporto quantità prezzo migliore. A parte questo neo ritengo lo Star System un ottimo fondotinta, ideale per la mia pelle anche se c’è da fare un po’ di attenzione in più nell’applicare la cipria. Lo ricomprerò senz’altro. Ricordiamo che ogni persona è a sé e di conseguenza ci si potrà trovare meglio con un prodotto piuttosto che con un altro, l mio consiglio è quindi quello di non affidarsi ciecamente alla conclusione del confronto, ma di valutare la descrizione singola dei due fondotinta.

Non vi resta che provarli e decidere se per voi sia un TOP o un FLOP.

Antonia

Scrivi commento

Commenti: 0