· 

Ecco perchè i miei capelli sono apprezzati dai parrucchieri

I capelli sono croce e delizia di ogni donna, lo sappiamo. Chi li ha grassi è costretta a lavarli molto spesso, con conseguente stress del capello, ma chi li ha secchi?! Beh, chi li ha secchi non ha meno scocciature: spesso deve far fronte a forfora, punte che si spezzano con facilità, chioma dall'aspetto spento.

Eppure sono qui a raccontarvi di come sono arrivata ad avere dei capelli talmente sani e lucidi da ricevere complimenti da ogni esperto del settore. Partiamo!

Perché il capello è SECCO:

I capelli risultano secchi quando la produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee dei follicoli piliferi è scarsa: il capello si "scopre" dal suo rivestimento naturale e appare per com'è senza difese, perciò è molto più esposto agli agenti esterni (phon, piastra, raggi solari, tensioattivi aggressivi...) che possono causare danni spesso irreversibili.

DOs AND DON'Ts, ovvero le regole per capelli da favola:

Usare shampoo ecobio (possibilmente certificati) sempre diluiti. Ricorda che gli shampoo bio sono di regola concentrati: basta usarne una piccola noce da diluire in tanta acqua calda. Ciò ti aiuta a non aggredire il tuo cuoio capelluto già secco;

Shampoo Cedro e Finocchio Alkemilla

Dopo il lavaggio, a capelli umidi, applicare delle maschere e impacchi idratanti (che puoi acquistare o produrre da te) e tenere in posa dai 20 ai 30 minuti.

Tra gli impacchi fai da te troviamo i gel di semi di lino, il gel d'aloe, il gel d'amido di mais. Maschera fragola e panna Alkemilla .

Non asciugare i capelli ad alte temperature. Il calore è un agente denaturante, ovvero è in grado di degradare le proteine di cui è costituito il capello. Il rivestimento dei capelli viene danneggiato e l'acqua al loro interno viene persa con facilità. Conseguenza: capelli secchi, fragili, con punte che si spezzano.

Se hai i capelli ricci potresti provare il plopping, un’asciugatura al naturale che ti consente di asciugare i capelli senza aggredirli con il calore mantenendo allo stesso tempo volume e definizione. 

Se hai problemi di cuoio capelluto che si desquama, troverai sicuramente giovamento da impacchi di olio di cocco puro. L'olio di cocco va distribuito poco alla volta sulle radici e massaggiato, per poi essere risciacquato dopo qualche ora con un lavaggio delicato. Puoi distribuire l'olio di cocco anche sulle lunghezze: questo ti assicurerà capelli più forti e più nutriti.

Per proteggere i capelli e mantenere l'idratazione naturale, puoi usare degli oli o dei mix di oli leggeri (se ne trovano facilmente in commercio nelle bioprofumerie) come leave in, cioè prodotti che non hanno bisogno di risciacquo. Sono l'equivalente bio dei famigerati cristalli liquidi. Puoi dare l'ultimo tocco sulle punte dopo l'asciugatura e avrai capelli lucidi e corposi.

TUTTA LA VERITA’...

Ti voglio svelare l'ultimo segreto... Ricorda che nessun trattamento fa miracoli!

Noi siamo lo specchio delle nostre abitudini. Dei capelli sani sono soprattutto il risultato di uno stile di vita sano, perché l'idratazione parte dall'interno. Mangia molta frutta e verdura, bevi almeno 2 litri d'acqua al giorno. La tua pelle e i tuoi capelli ti ringrazieranno!

Vi è piaciuto ciò che avete letto?

Volete tutti i dettagli sulla preparazione degli impacchi fai da te?

Lasciatemi un commento!

Federica J. Lippolis

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Barbara (lunedì, 22 gennaio 2018 11:07)

    Mi hai lasciato un sacco di curiosità...mi piacerebbe conoscere qualche impacco per i miei capelli, grassi alla cute e secchi alle punte. Grazie per tutti i preziosi consigli �

  • #2

    Federica (lunedì, 22 gennaio 2018 11:13)

    Cara Barbara, sicuramente un impacco adatto alla tua tipologia di capello deve essere a base acquosa sulla cute (vedi gel) e maschere molto ricche sulle punte. Potresti seguire un programma mensile che preveda: prima settimana impacco idratante (gel d'aloe o amido di mais sulla cute) seguita da una settimana di intervallo (è bene non sovraccaricare il capello). Terza settimana impacco a base d'olio o maschera confezionata sulle lunghezze e poi di nuovo una settimana di pausa. Vedrai che risultati!

  • #3

    Barbara (lunedì, 22 gennaio 2018 11:19)

    Grazie mille, sei molto preparata sull'argomento � seguirò le tue indicazioni �