La scelta del fondotinta: facciamo  chiarezza

La scelta del fondotinta è sicuramente una delle questioni più discusse da sempre.

Ormai ce ne sono tantissimi tipi adatti ad ogni esigenza: coprenti per chi ha la pelle grassa con imperfezioni, idratanti per chi ha la pelle secca, più o meno stratificabili a seconda della copertura che si vuole e via dicendo.

Ma una delle domande più frequenti è: di quale sottotono devo prendere il fondotinta?

Il fondotinta non si sceglie in base al proprio sottotono.

Ebbene sì, non vi serve sapere qual è il vostro sottotono per scegliere il colore del fondotinta.

Cominciamo con il dire che non esiste solo il sottotono della pelle ma anche il suo tono (che è quello che vediamo) e un sovratono che possiamo vedere in particolari condizioni; quante volte in molti, magari stanchi o se stanno poco bene, si vedono giallastri in faccia?

O quanti tendono ad arrossarsi facilmente?

Ma torniamo a parlare del sottotono e del tono… Il sottotono può essere caldo o freddo, o neutro ma tendere da una o dall’altra parte.

Il colore del tono superficiale della nostra pelle è indipendente dal nostro sottotono: può essere giallo o beige (magari anche con una componente olive), rosato, pesca.

Se poi andiamo a parlare di carnagioni molto scure troviamo altri colori come il rosso o il blu.

In conclusione, possiamo quindi essere rosati ma caldi, gialli ma freddi.

Esempio tipico e banale: i cinesi sono detti “gialli” ma i cinesi hanno per lo più un sottotono freddo.

E vi assicuro che anche tra di noi ci sono tante persone gialle e magari anche olivastre ma con un sottotono freddo.

Questo perché giallo non significa necessariamente caldo e rosa non significa necessariamente freddo: se conoscete la teoria dei colori, saprete che ogni colore può avere delle tonalità sia calde che fredde.

Il tono è quello che noi vediamo più facilmente, e in base a quello dobbiamo andare a scegliere il fondotinta.

Magari siete fredde ma olivastre, e quindi non potrete mai mettere un fondotinta rosato che contiene molto rosso perché vi renderebbe grigie: rosso e verde sono colori complementari e sovrapponendo i colori complementari si ottiene il grigio, insomma è lo stesso discorso che si fa per i correttori.

Ma se siete fredde un fondotinta troppo giallo vi farebbe diventare gialle.

Ma allora,qual è il problema? Il problema è che la maggior parte delle case cosmetiche producono fondotinta o troppo gialli o troppo rosa, perché sottotono giallo caldo e sottotono rosa è freddo.

A questo punto avrete capito che è una teoria assolutamente errata. Questo ovviamente non vale per chi produce cosmetici a scopo professionale come ad esempio la MAC, dove sì troverete fondotinta con sottotono caldo e sottotono freddo ma sempre comunque bilanciati.

Se avete difficoltà nel trovare il colore adatto, il mio consiglio è provare fondotinta di marchi pro.

A quanto ne so, ci sono anche case cosmetiche che producono fondotinta minerali (che io non utilizzo, con il make up bio mi sono trovata sempre male) con sottotono beige, rosa, olive eccetera.

Quando provate il fondotinta saprete probabilmente che dovete provarlo tra viso e collo e non sui polsi o sulle mani, che non è detto abbiano lo stesso colore.

Errore che ancora in molti fanno e che facevo anche io quando non ne sapevo nulla!

Ma allora a che ci serve sapere il sottotono?

Sicuramente ora ve lo starete chiedendo. Il sottotono è importante saperlo se vogliamo utilizzare i colori che più ci donano e ci esaltano. Chi ha un sottotono caldo verrà esaltato da colori caldi, viceversa colori freddi esalteranno chi ha un sottotono freddo.

E questo non riguarda solo il make up ma anche l’abbigliamento.

Ognuno di noi sta meglio con determinati colori piuttosto che con altri.

Ad esempio, io ho un sottotono caldo. Colori freddi non mi stanno proprio.

Non fate caso al fatto che sia struccata nelle foto e che abbia messo i rossetti alla meno peggio (avendo le labbra irregolari per metterlo bene mi ci sarebbe davvero voluto non poco tempo), ma tanto spero che basti per farvi capire cosa intendo.

A sinistra ho Morning Rose, un nude LE della MAC di qualche tempo fa.

A destra Ruffle Trim della linea Lingerie della NYX. Non ho utilizzato nessun filtro per levigare la pelle, le foto sono a luce naturale.

Sull’espressione non ci posso fare niente, io e le foto abbiamo un brutto rapporto.

Vedete come un colore caldo come Ruffle Trim risulti molto più naturale di un rosa freddo su di me? Oltre a darmi anche un aspetto migliore. Ad esempio, guardate come quel rosa mi evidenzi le occhiaie. Eppure sono colori “nude” vi direte? Il “nude” non dovrebbe essere naturale? Sì, ma questo è per farvi capire che non esiste un nude che va bene per tutte. Così come non esiste il rosso che va bene per tutte o qualsiasi altro colore. Questo non vuol dire che non posso mettermi un colore freddo, il trucco è anche creatività e sperimentazione, ma so che quel colore non risulterà armonioso su di me. Ma allora come faccio a capire il mio sottotono? Provate a farvi delle foto come ho fatto io, magari vi aiuterà ad avere una mezza idea. Ma il mio consiglio è quello di farvi fare un’analisi del colore come ho fatto io da parte di persone esperte di armocromia. È una cosa molto più complessa di quello che vi ho detto io a cui mi sono avvicinata in questo ultimo periodo, ma come vi ho detto c’è gente che l’ha studiata e ne sa molto più di me. Non mi permetterei mai di parlarne in maniera approfondita. È una cosa talmente interessante che non escludo di approfondire in futuro, anche perché ritengo che averne una conoscenza un minimo basilare possa essere molto d’aiuto per un truccatore. Personalmente, ho sempre notato di stare meglio con colori caldi come ad esempio il beige, con blush aranciati piuttosto che rosa. L’occhio umano vede come “bello” ciò che è armonioso. Ma non è per tutti facile capirlo. E io stessa ho scoperto che certi colori su di me sono terribili, più di quanto immaginassi! Direi che tutto qui, ho cercato di riassumere ed essere allo stesso tempo chiara il più possibile. Alla prossima!

https://www.facebook.com/valentinacbmua/